banner rg sito3

Cassinis in Rosa 2013

Cassinis in rosa 0147 

Giunto alla sua terza edizione, il ‘Cassinis in Rosa’ 2013 ha saputo stupire anche quest’anno per il calore della partecipazione di tutte, per l’impeccabile organizzazione, per la bellezza dei luoghi e per l’incontenibile entusiasmo scaturito dalla giornata.
 
Come da copione i tempi si sono dilatati, la partenza è avvenuta con ritardo (circa 40 minuti), abbiamo fatto 54 km e 1300 m dislivello, ci siamo aspettate in cima alle salite, abbiamo fatto persino un tratto di cronoscalata e alle 14 avevamo le gambe sotto il tavolo.
Siamo tutte soddisfatte, ammiraglie comprese, ci siamo riempite occhi, orecchie e polmoni di belle cose e, come sappiamo fare, armate di sorriso e pettorale personalizzato sulla specialissima, abbiamo invaso le strade tra Brinzio, Brusimpiano e Cugliate nel varesotto.
Come ogni anno alla giornata hanno partecipato ‘new entry’ della squadra, alle quali si è aggiunta anche la nostra mitica Isa che, pur veterana Cassinis, non aveva mai avuto il piacere di condividere la giornata in rosa. Vi proponiamo alcune impressioni raccolte proprio da chi, per la prima volta, si è avventurato in questa giornata.
 
LA MIA PRIMA “CASSINIS IN ROSA”
 
ISA – La ‘rosa’ number 1
In un giorno come tutti gli altri (rottura più, rottura meno) in ufficio, andando a leggere la mia posta personale, vedo che è arrivata, puntuale come le tasse, la mail di Barbara che ci ricorda che domenica 22 settembre c'è il Cassinis in Rosa!!
Quest'anno non posso mancare: le promesse si mantengono!
Leggo i dettagli della mail:
zona Varesotto: Ok, va bene, sono zone che non conosco
Pranzo presso ristorante Motta Rossa: Ok, se ha scelto Carol, nessun problema... ormai non sbaglia più un colpo!
Percorso: 54 km !!
Cosa?????? Solo 54 km???? ma chi ha fatto questo percorso??? inizio a imprecare tra me e me....
Poi continuo a leggere la mail, e leggo che, in maniera non poco esplicita, mi si invita a partire da Milano, in modo da arrivare all'appuntamento già stanca!!
.... Si, non ci avevo pensato...posso fare così...si....farò così!!!
Il sabato prima cerco di studiare in qualche modo il percorso, ed il tempo che ci posso mettere per arrivare a Brinzio.
Sono pronta.
Domenica mattina ore 6.45 parto direzione Brinzio.
Attraversare Milano è noioso e lento, ma quando poi sono sulla Varesina, inizio a pedalare con lena.
Verso Tradate mi raggiunge un gruppetto e, come al mio solito, mi aggancio immediatamente. Chiedo qualche informazione sulla strada da prendere, ed un ragazzo, decide di venire con me. Che fortuna, altrimenti sarei ancora dispersa...
Il tempo passa velocemente, soprattutto per chi come me, non ha pensato, che la strada non è solo in pianura, anzi, dopo Varese, la pianura è scomparsa. Mi accorgo di essere in ritardo, e cerco di spingere più che posso sui pedali, anche se poi Barbara mi rassicura telefonicamente, dicendomi che non sono ancora pronte....penso...."CHE STRANO"... ma alle 9.45 arrivo e tutte le bestemmie e la fatica fatta per arrivare lì, in un botto scompaiono...
L'accoglienza come al solito è delle migliori: neanche avessi vinto una gran fondo!!
Foto di rito e si parte!!!
Posti bellissimi, salite degne di questo nome, e un po' di staffetta per cercare di tenere unito un gruppo molto eterogeneo!! Ma è bello pedalare con gente che non vedi mai...
E, alla fine del giro tutti a tavola a goderci il meritato riposo!!
E' proprio a tavola che viene fuori in meglio di ognuna, si ride e si scherza e ci si prende in giro a turno!!
Qualcuna tenta di fare discorsi seri, circa i prossimi impegni che ci aspettano... ma ... non viene molto ascoltata...
Ci sarà un altro tempo ed un altro luogo per decidere il futuro!!!
E' stata una bellissima giornata, e sono doverosi i ringraziamenti a chi mette a disposizione il suo tempo e la sua esperienza per organizzare questi eventi, in particolare Barbara e Carol, ma non bisogna dimenticare neanche chi, pur non pedalando, ha voluto esserci lo stesso, incitando e seguendo in macchina le ragazze: Serenella, Ross, Andrea, e poi un ringraziamento anche a tutte le ragazze che hanno aderito all'iniziativa!!
Alla prossima
 
MARINA – Grande conoscitrice di salite e passi
Una giornata di buon umore e buone cose! Tutto, tutto bello, emozionante. Mi ha fatto un immenso piacere pedalare in compagnia delle donne Cassinis, di portare il pettorale con il mio nome sul manubrio, di sfoggiare la maglia associativa, di avere un’ammiraglia al seguito con validissime assistenti e perfino una cagnetta. 
Al mattino l’aria è frizzantina e Barbara, organizzatissima, mi presta un giubbino “tecnico” e cerca di assicurarsi che tutte siano ben equipaggiate. Distribuzione dei pettorali, preziose indicazioni sul percorso, risate...  l’arrivo di Isa è nell’aria, tifiamo per lei, fatichiamo idealmente con lei, l’accogliamo in un abbraccio di squadra quando compare con più chilometri del dovuto nelle gambe, perché ha sbagliato strada.
Foto di gruppo, discesa fino a Brinzio e siamo già sulla prima salita. Le altre sono avanti, ma La Vale ha avuto il compito di chiudere il gruppo e mi aspetta, tiene il mio passo, mi conforta mentre io ho il fiato corto e lei sale leggera come una piuma. E in cima a questo breve colle ci aspettano tutte le altre, ammiraglia compresa, perché la squadra si srotola sulla strada, ma si riavvolge in punti concordati, per confortarsi, per ridere, per stare insieme.
Ho pedalato lungo un percorso rilassante, immerso nei boschi, con scorcio romantico sul lago di Lugano e finale con menu coi fiocchi. Sono stata accolta con spensieratezza e allegria. Grazie, grazie a tutte.
Non posso promettere che l’anno prossimo parteciperò con una “specialissima”, probabilmente vedrete ancora il “cancello”, ma posso promettere di impegnarmi per farmi attendere un po’ meno.
Arrivederci al 2014 con l’edizione “Isa parte da Milano”. Pare che sarò tra le organizzatrici.
 
SILVIA – Si iscriverà al Cassinis per la stagione 2014
Cassinis in rosa?...che dire..indimenticabile!!
Organizzazione da fare invidia al Giro e un team meraviglioso, unico. Quante risate! Certo, mica solo ridere e scherzare…si è pedalato, eccome!
Diciamola tutta: una volta all'anno una domenica così sarà sempre troppo poco.
 
CATERINA – Mascia
La "mia prima volta" del Cassinis in rosa è stata una figata!!! 
Per la prima e credo purtroppo anche ultima volta, sono riuscita a VEDERE Isa... davvero! L' ho vista per tutta la salita dei "7 cosi"!!! (Sette Termini) e, nella salita successiva, è stata anche la prima volta in cui l'ho sentita dire che ‘le si era spenta la luce’…Che iniezione di fiducia!!!
A parte gli scherzi, è stata una bellissima giornata impeccabilmente organizzata.
Mi sembra però che una sola di queste uscite all'anno sia davvero poco.
Grazie a tutte e a presto (sulla bici!)
 

 

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza i cookies