banner rg sito3

Crono a Squadre della Versilia

 

Se dovessi scegliere una cosa che possa riassumere il WE appena passato, solo una me ne viene in mente: il rumore, o meglio la musica, della ruota lenticolare di Lorenzo Scarazini montata sulla mia bici.

 

E' sabato. Arriviamo a Forte dei Marmi il sabato pomeriggio alla spicciolata e subito ci rendiamo conto del clima che si respira in Versilia in occasione di questa manifestazione; toscani doc che parlano tra di loro, la crono-gincana organizzata per i bambini e gli stand appena allestiti.

La crono sta entrando nelle mie vene come se fosse una flebo di adrenalina pura!

 

Mancano ancora tanti compagni di squadra, ma l'agitazione cresce con il passare delle ore e quindi, dopo aver recuperato pacchi gara della squadra n. 1, pettorali di altri dei nostri, chip e altri pezzi vari sparsi qua e la, decidiamo di salire in sella alle nostre specialissime e di provare a fare un giro "tranquillo" per testare il lungomare che ci vedrà protagonisti insieme a ben 172 squadre l'indomani..

Raccogliamo un pò di idee e appena prima di partire per il giro Lorenzo S. mi chiede “ho una ruota lenticolare, la vuoi provare?” Penso che in quel momento la mia faccia abbia fatto la tipica espressione di un bambino davanti al giocattolo che desiderava da sempre, ma che non ha mai ricevuto.

“Certo”, rispondo io.....e così il giretto tranquillo si trasforma in 2 o 3 sparate a 45 all'ora!

Arriva anche Alessandro Sciarrone e li penso: ecco, domani io che sono in prima squadra con personaggi tipo Lamantea A., Groppi S., Esposito M., Albano A., Astorri G., Mitrotti I. e Sciarrone A., posso solo morire, questi mi fanno cuocere come il brasato con la polenta!

 

Pian piano arrivano anche gli altri componenti della squadra, ci si organizza per la cena, prevista in un ristorante appena fuori Camaiore, in collina.  Dopo esserci riempiti come delle oche all'ingrasso (non solo di cibo, come Gianni, che invece sposta il suo interesse verso una bottiglia da 1 litro di vino rosso che, a fine serata, avrà scolato praticamente da solo per stare in linea con la dieta dello sportivo), torniamo in albergo ( albergo "pettinato" sul lungomare di Forte dei Marmi prenotato dall'impeccabile Tiziana.........) e li troviamo Massimo E. con Roberta B. e Emanuele B., appena arrivati, che ci attendono per i saluti..

Massimo E. apre la macchina e... tira fuori il negozio! Da quella macchina esce di tutto: 3 biciclette, 6 coppie di ruote, valigia degli attrezzi, sacche portaruote, di tutto insomma. Peccato che è arrivato tardi, altrimenti potevamo metterci a fianco degli stand a vendere un pò di roba e fare assistenza meccanica.

 

Ultimo briefing per metterci d'accordo sui vari orari di partenza per l'indomani e andiamo a riposare.

 

Il mattino seguente scopriamo subito con piacere che la pioggia prevista è rimasta sulle pagine dei metereologi.

 

La prima squadra, Cassinis Cycling 3, formata da Marco Santiani, Paolo Vardanega, Gianni Di Leo, Roberta Bentoglio e Rossana Bosi (con l'assenza dell'ultimo minuto si Marco Tarenzi e dell'innaffidabile Alessandro Scarci) è pronta per andarsi a scaldare e, visto che sono in 5 contati (quindi devono arrivare tutti), decido di organizzarmi per fare assistenza (ufficiale) con l’auto durante la loro gara: su consiglio di Massimo E , in auto mettiamo anche una biciintera! Non si sa mai...

 

Questo ci permette di effettuare una ricognizione sul percorso di gara, per capire come tira il vento, quali sono i punti dove si può forzare di più e quelli dove bisogna amministarare le energie..

 

Per onore della cronaca Il Cassinis Cycling Team 3 chiude alla media di 36.4873 km/h (in ultima posizione classifica)

 

Putroppo questioni di tempo, non riusciamo a seguire acnhe la seconda squadra (che parte alle 10.30 ca..) formata da Lorenzo Scarazini, Paolo Dubini, Donato Barnaba, Edo Menichetti, Emanuele Biondi, Alberto Crovini e Barbara Bonori

Infatti mentre noi andiamo a scaldarci sull'Aurelia (su consiglio di Alessandro Sciarrone, che in quanto a preparazione e tecnicismi, sembra non debba imparare niente da nessuno...) la squadra n.2 fa la sua gara.

 

Al termine dei nostro riscaldamento scopriamo che Il Cassinis Cycling Team 2 chiude alla media di 40.2068 (28° posto in classifica squadre miste), decisamente una buona prova.

Ormai è il nostro turno, il turno del Cassinsi Cyclign Team 1 formato da Isabella Mitrotti, Massimo Esposito, Massimiliano Cò (Io), Alberto Lamantea, Simone Groppi, Gigi Astorri, Alessandro Albano e Alessandro Sciarrone.

Sono le 12.10 poco più di 5 minuti al via e mentre siamo fermi in attesa di salire sulla rampa di partenza il mio cuore è già a 117 bpm: ADRENALINA PURA !!!!

 

Cinqe, quattro, tre, due, uno... Partiamo!!!

Il primo tratto è col vento favorevole. Penso a quanto ci siamo detti a tavolino: "mi raccomando ragazzi, all'inizio non forziamo troppo, se no nel tratto contro vento ci bruciamo"

Bene, pronti via e i primi 6 km li facciamo a 48 Km/h, quindi  penso "se vado avanti così, arrivo a metà che mi raccolgono con il badile in mezzo alla strada..."

 

Giro di boa e.....vento contrario! C***o! Lo sapevamo tutti e cmq ti viene da dire: c***o!

Facciamo tutto il tratto contro vento a ca 39/40 km/h, ma è un calvario: spingere anche solo per guadagnare un km è tosto e poi sai che ti mancano ancora 7 km dopo l'altro giro di boa...

Io e Gigi saltiamo qualche cambio perchè sentiamo che se no non arriviamo alla fine.. Penso: "adesso mi metto davanti a tirare e sparo le ultime cartucce per la squadra e li lascio andare...“

Invece no, procediamo a questa andatura e capisco che possiamo provare ad arrivare tutti assieme...

 

Arriviamo finalmente al giro secondo di boa e qui ricorderò per tutta la vita la trasformazione di Massimo Esposito dopo quell'inversione. Ricordo le sue parole come se fosse qui con me adesso: "DAI RAGAZZI! MANCANO GLI ULTIMI 7 KM! ABBIAMO IL VENTO A FAVORE.......A TUTTA!!!"

 

Un'altra flebo di adrenalina.. e ripartiamo da quel giro di boa come se ci avessero sparato con la fionda!

 

45, 48, 50, 52 all'ora... sono troppo agile! La ruota di Lorenzo è musica, ma per andare a 50 all'ora ha i rapporti troppo agili e io ho il 50 davanti, fa niente, mulino le gambe, mi sembra di essere un frullatore che monta la panna montata: 105, 110, 120 rpm... sono quasi in soglia!

 

Altra sgasata di Massimo all'ultimo km: "DAI CHE E' L'ULTIMO KM... A TUTTA!!!"

 

Ma come?!?! Non eravamo già a tutta?!?! Evidentemente no perchè all'ultimo km scopri che ci sono altre energie nelle tue gambe e allora... A tutta!!!

 

Concludiamo alla media di 42.8300 al 16° posto in classifica squadre miste.

 

 

 

Cosa dire di quest'avventura ??

 

Come tutte le avventure Cassinis, non c'è esperienza che non possa portare nel nostro bagaglio delle splendide giornate passate in compagnia. L'imperativo deve essere sempre e comunque il divertimento!

 

Un plauso ed un sentito ringraziamento a tutti quelli che hanno partecipato e un messaggio per la squadra n.1 dell'anno prossimo: OBIETTIVO 45 KM/H DI MEDIA!

 

Grazie

 

Max Co’

 

 

 

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza i cookies