banner rg sito3

Cassinis MTB alla Conca d'Oro

 

Il 6 maggio alla Conca d'Oro erano tre i portacolori del sodalizio milanese della neonata sezione MTB Cassinis. Incuranti del poco incoragginate cielo plumbeo, si son presentati ad odolo per l'appuntamento con la nota gara bresciana (percorso unico: 45km e 1400m di dislivello). Giulio, Sergio, e Roberto sono giunti per nulla in sordina nella zona di partenza, tanto che lo speaker della manifestazione si è subito interessato a loro invitandoli ad una breve intervista prima del via, intervista trasformatasi in uno spot cui mancava solo qualche provocante valletta.

Sulla carta il percorso, anche se abbastanza tecnico, non era difficilissimo (per chilometraggio e dislivello). Tuttavia l’abbondante pioggia dei giorni precedenti aveva appesantito parecchio il terreno: in queste condizioni, oltre alla difficoltà di pedalare nel fango e alla scivolosità dei sentieri, anche la meccanica è esposta a rischi. Catena, corone e pignoni accumulano poltiglia e detriti col rischio di rotture, e anche la pedalata si fa molto pesante. Sublime contrasto quello degli ingranaggi sporchi rispetto alla musicale precisione di una bella catena oliata, tipica dei “cugini” stradisti!

Alla partenza fortunatamente cadeva solamente qualche goccia di pioggia. I primi km della competizione si snodavano nelle vie periferiche di Odolo. Un continuo saliscendi asfaltato con pendenze facilissime, molto utile a diluire il gruppo dei circa 1000 partenti (sui circa 1300 iscritti). Nessuno dei tre Cassinis sembrava voler lasciare la compagnia degli altri, ma era solo una fase di studio. Una volta allungato il gruppone, appena messe le ruote nel fango del primo sentiero, Roberto e Sergio han cominciato a sgomitare con ripetuti sorpassi, con Sergio che sembrava aver la meglio, ispirato dalla filosofia del “meglio metter subito fieno in cascina”. Giulio dietro, in ossequio alla filosofia del “meglio le partenze da diesel”.

A metà percorso Sergio era in testa, scomparso dalla vista di Roberto in punta.. “mmmh: non può essere andato lontano”. Dietro Giulio, che nel frattempo ha già iniziato a rimontare posizioni.

Al 23esimo km di gara, in una salita al 15% Giulio è piombato viscidamente alle spalle di Roberto e dopo averlo superato lo ha incitato a seguirlo tentando il recupero su Sergio. Roberto però pareva aver finito le riserve; ma l’orgoglio da solo non basta per andare avanti e Giulio dopo averlo superato si è allontanato da solo. Al 33esimo km di gara a Giulio è poi apparsa poco più avanti l’immagine di Sergio, disarcionato e visibilmente stanco, che spingeva la sua biga con problemi di rigetto alla corona del 22, in una salita tecnica con pari numero quanto a pendenza... Ma nonostante ciò riusciva stoicamente a mantenere la posizione!

Al termine delle salite, tra cui il micidiale muro del Bertone (un budello con fondo cementato che sembra l’antiaderente di un tegame al teflon con pendenze quasi del 30%) finalmente le discese lunghe e tecniche: dopo alcuni tratti a pendenza negativa, Roberto riusciva agilmente a riportarsi su Giulio. Scaramucce continue, allunghi, abbagli e sviste (colpa anche del fango che ormai ricopriva le divise) negli ultimi chilometri di gara. E’ stato poi  il tratto conclusivo in asfalto, dopo vari inseguimenti e cambi di posizione, a segnar defintivamente il destino dei nostri in questa gara. Roberto, determinato a tagliare il traguardo prima dei rivali, ha avuto la meglio sugli altri due, ed appena giunto al traguardo (dopo 2h52m54s) ha strappato il microfono dalle mani dello speaker per prendersi gioco dei compagni-rivali, in arrivo, rispettivamente, a 2h54m35s (Giulio) e 2h55m03s (Sergio). Altro che rivalità: a ben vedere anche questa è una storia di fangoso divertimento improntato alla sportività e all’amicizia, nel bellissmo contesto di una gara lombarda molto ben organizzata logisticamente e tecnicamente, anche a dispetto del meteo.

Il prossimo appuntamento goliardicagonistico delle nostre ruote artigliate sarà il 17 giugno a Lavarone (Tn) per la 100 Km dei Forti. La sfida continua... con un team in continua crescita!

 

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza i cookies