banner rg sito3

GF Tre Laghi: Grande Isa!

 

La mortadella è un salume povero, prodotto quasi esclusivamente nella città di Bologna, anche se le sue origini sono da ricercare nei territori dell'antica Felsina etrusca e della Bononia dei Galli Boi. Non solo ha ispirato i cuochi più sopraffini ma anche un regista del calibro di Mario Monicelli, che nel 1971 ha girato La Mortadella.

Ma la mortadella non è solo uno dei simboli della città emiliana. Dalla scorsa domenica, è diventata anche uno dei simboli del Cassinis Cycling Team. Domenica, infatti, a Polpenazze del Garda si è verificata una specie di magia, un incastro incredibile di persone, sport, fatica, sole e sudore che ha visto il Cassinis conquistare ben due quarti di mortadella!!

Era in occasione della Granfondo dei 3 laghi. Un'ampia ed eterogenea rappresentanza della squadra è impegnata nella gara. Titty ha riservato un albergo molto carino e con tanto di piscina. Che sarebbe stato un magnifico weekend era già chiaro dalla cena di sabato, con ben due lunghi tavoli riservati. La cena trascorre allegra tra un bis di primi e un secondo di carne, a dire il vero, non troppo esaltanti. La Isa si impone sul Conticello bevendo finanche 2 bicchieri coca-cola. La Mundo si mette in evidenza indossando un vestitino colorato di alta fattura abbinato a stivali in tinta con la carrozzeria. Simone si dedica alla salvaguardia della famiglia, ed era fin troppo chiaro che le due bellissime bambine hanno una vera passione per il loro papà (c'è anche da dire che, per fortuna, le creature hanno preso dalla mamma!!).

La domenica sportiva inizia verso le 6 del mattino, quando degli assonnati associati si presentano in ordine sparso al tavolo della colazione. Questa è una delle poche occasioni dove si possono ascoltare tutte le ultime novità in fatto di nutrizione, una diversa dall'altra....cosa che pone dei seri dubbi sulla loro veridicità!! a partire dal ruolo fondamentale dei flauti del mulino bianco!

Sempre alla spicciolata ci si dirige verso le griglie di partenza e la lunga attesa viene ingannata con profusione di boiate varie. Una leggenda narra che la maglia rosa femminile venisse subdolamente importunata dalle compagne della Isa....pare che la poveretta sia stata colta da un attacco di labirintite. Da segnalare, inoltre, la minzione del campione di squadra nelle coltivazioni della Franciacorta (se la produzione vinicola della prossima annata dovesse avere uno strano retrogusto di pipì bisognerà ringraziare Flain).

La gara permette ai numerosi ciclisti di ammirare dei bei paesaggi, con il lago di Garda a fare da sfondo. Come ormai consuetudine, ciascuno ha interpretato la gara come meglio poteva. Il papi ha portato al traguardo la sua delegazione, Matteo ha combattuto a lungo per la maglia nera e nessuno è stato in grado di strappargliela (è sua!!) e i due gregari Albano e Lamantea portavano Isa sul gradino più alto della sua categoria!!

Ma è alle premiazioni che, ancora una volta e sempre di più, il Cassinis Cycling Team si è messo in evidenza con una esplosione di allegria al momento della premiazione di Isa e di tutta la squadra, classificatasi al 4° posto!. E ovviamente la squadra non poteva esimersi dal salire sul podio a ritirare il premio e, soprattutto, avventarsi sulla avvenente (?) Miss!!

Ed è qui che entra in scena la mortadella, premio per le fatiche profuse da tutti!! dal primo all'ultimo!! dalla maglia nera alla maglia rosa! Patron Mevio ha anche cercato di portarla via, ma l'occhio attento di non so chi ha evitato il misfatto!! come se non bastasse, Roberta B. ha vinto una cena per due!

Parallelamente a questa avventura, due inviate speciali di Ruota la Forchetta sono andate alla scoperta dei più bei posti del lago.

Ma non è tutto. Svaccati attorno ad un tavolo dell'albergo, stanchi ma soddisfatti per l'epilogo della gara, hanno festeggiato il compleanno di Marco e di Alberto, con una buonissima torta e dell'ottimo vino! e anche qui si riconosce lo zampino della Titty e delle sue compagne di merende!

Il sole invita a restare ma è ora di tornare...

E finisce così un weekend davvero indimenticabile!

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza i cookies