banner rg sito3

Una due passi Matildica da Sogno

 

27.05.2012 - Questa volta ci troviamo, nel cuore dell’Emilia. San Rigo, alle Porte di Reggio, è posta la partenza della Quarantesima edizione della Granfondo Matildica. Essendo parte del circuito del Brevetto dell’Appennino, il Cassinis Cycling Team si presenta con un folto gruppo di Atleti impeganti su tutti i fronti; il risultato è pressochè incredibile: i 31 atleti partiti e arrivati, hanno macinato ben 4804km sbaragliando la concorrenza nella classifica a squadre, permettendo al team di salire sul gradino più alto del podio.

 

Anche dalla classifica individuale arriva un risultato importante: è la nostra (affidabile) Isa a tener alti i colori sociali, portando a casa un bellissimo secondo posto di Categoria.

 

Però alla Matildica oltre alle classiche prove di Granfondo e Mediofondo, c’è un altro evento collaterale: l’Open Road. La formula è da randonnée ma con una vera classifca, individuale o a squadre, che viene stilata alla fine della prova. Una cosa un pò diversa.

 

Ed è proprio qui che silenziosamente viene puntata l’attenzione del tem questa domenica. Silenziosamente come i randonneur che partono all’alba, in una griglia ancora deserta, verso una campagna ancora fresca e addormentata.

Silenziosamente all’esterno, ma all’interno (dell’associazione) è un’altra musica.

La “campagna aquisti”, da parte del nostro vulcanico presidente, per questa atipica crono, è iniziata a fine febbraio e, per cercare di ingaggiare i migliori atleti dell’associazione, denomina l’operazione in “Dream Team”.

E così, lontano da occhi indiscreti, un Dream Team di tutto rispetto prende forma. Ed eccola la lista definitiva dei dieci atleti che hanno voluto prendere parte a questa avventura:  Alberto Lamantea (Il Capitano), Andrea Galbussera, Ale Albano, Ale Sciarrone, Filippo Minoggio, Giulio Vozzolo, Lele Flain(The Navigator), Mario Cocco (Il Presidente), Roberto Santini e Sandro D’Andria.

 

Il percorso, tutt’altro che semplice, passa attraverso le salite di Toano (insidiosa), Monte Orsaro (Cima Coppi), Busana e l’affascinante Castello di Canossa, è stato affrontato con passo deciso dai nostri ragazzi, gli imprevisti ovviamente non sono mancati, ma alla fine i Sette (il tempo viene preso sul settimo) hanno coperto i 197km e 3460mt dislivello in 7h 31’.

 

E così il Dream Team completa una giornata gloriosa conquistando un onorevolissimo terzo posto, ad oggi il miglior risultato ciclistico a squadre della nostra giovane Associazione.

 

Grazie Ragazzi!!!

 

Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza i cookies